Ego Festival a Taranto: ovvero sperimentazione e innovazione tra chef stellati, masterclass e progetti futuri.

Felice Lo Basso e Pietro Penna, due dei più celebri chef stellati pugliesi, sono i protagonisti della masterclass “Cotture, la bassa temperatura e i valori nutrizionali”. Moderata da Giovanni Angelucci, autorevole giornalista enogastronomico, la lezione vede dialogare i due cuochi tra ingredienti della tradizione locale e innovative tecniche di preparazione.

Promossa da Philip Morris e ispirata al sistema di controllo della temperatura del dispositivo senza fumo IQOS, la masterclass indaga l’innovativa tecnica di cottura a bassa temperatura. Quest’ultima, coniugata all’abilità dei due chef, trasforma molti degli ingredienti della tradizione locale in creazioni culinarie di altissimo livello, esaltando al meglio il gusto delle materie prime e preservandone le proprietà organolettiche.

“La scelta degli ingredienti, così come la sperimentazione, è fondamentale. Mantenere la giusta temperatura è uno dei segreti della mia cucina”, sottolinea lo chef Felice Lo Basso, che aggiunge, “Le stesse materie prime utilizzate a temperature diverse avrebbero reso il piatto disarmonico. Così come l’innovazione alla base di IQOS consente di preservare il sapore del tabacco, la mia cucina esalta i sapori degli ingredienti con l’ausilio della tecnologia”.
Sostenibilità, radici, territorio, ma anche sperimentazione e innovazione. Questi i temi caratterizzanti della masterclass, così come di EGO Festival. La terza edizione del più grande evento nel sud Italia di cultura enogastronomica si caratterizza come contenitore interattivo per favorire scambi di prospettive sulla contemporaneità, con la cucina principale promotrice di tale dialogo.

 

 

Sarà meraviglioso! Matera apre le sue porte alla stella Michelin Angelo Sabatelli

E’ emozionato. Una felicità sincera e genuina che tradisce la sua giovane età. Stiamo parlando di chef Antonio Fiore, patron di Tenuta Danesi, un ragazzone dalla mole e dal cuore grande, la cui cucina trasmette in maniera elegante gli umori e i sapori del suo territorio, quello a cavallo fra due Regioni: Puglia e Basilicata. Emozionato, dicevamo. Ed il perché è presto detto: ormai siamo agli sgoccioli, è in dirittura d’arrivo la serata-evento a 4 mani, una cena della quale si fa un gran parlare. Lunedì 17 Febbraio alle ore 20.00 aprirà le porte della sua Tenuta Danesi (storica masseria del ‘700, posta a metà strada tra Santeramo e Matera) allo chef stellato Angelo Sabatelli, nomi tra i più conosciuti a livello nazionale quando si tratta di alta ristorazione.

Questa volta Antonio ed i ragazzi dell’associazione culturale ”I viaggi di Rana e Bolivar” hanno alzato decisamente il tiro: come detto la serata sarà molto, molto di più che un percorso esclusivamente gustativo. Volere degli organizzatori infatti è quello di regalare al commensale un’immersione multi-multisensoriale che lo abbracci, che lo afferri e lo affondi nella bellezza dell’alta Murgia, in quella porzione di mappa che non è più Puglia ma non è ancora Basilicata, quel pezzetto di terra che è una sorta di isola autonoma, fatta di materiale onirico e roccia.

Ad impreziosire l’evento, infatti, sarà un’opera d’arte del maestro Michele Volpicella, il “re-inventore dei sassi”, che svelerà un suo inedito. Innumerevoli sponsor e marchi prestigiosi hanno sposato la causa degli organizzatori, volenterosi di promuovere la bellezza in senso lato, di sensibilizzare il cliente su temi come cultura, territorio, arte ma anche invitandolo ad approcciarsi all’eccellenza, al viaggio, allo scambio di racconti lontani.

Tra i partner commerciali spiccano il prestigioso Champagne Encry, il cosiddetto ”champagne italiano”, uno dei più apprezzati del panorama attuale internazionale, il pane del forno Laerte di Laterza (pluricampione d’Europa con il suo lievito madre del XIX secolo), le Ostriche Oasis (ostrica San Michele del Gargano) la Passionata (un dolce tipico di Troia di Puglia, splendida realtà del Subappennino Dauno), l’Olio Mancino (frantoio oleario di Gioia del Colle), i vini “pugliesissimi” dell’Azienda Agricola Fabiana di San Giorgio Jonico, le applauditissime carni della macelleria Carbone di Tricarico ed altri ancora. Unendo s’una mappa geografica ognuna di queste aziende ne trarremmo un arcobaleno ipotetico, un abbraccio virtuale tra le varie zone della Puglia e della Basilicata, tutte unite sotto l’egida dell’eccellenza. Una menzione d’onore va fatta anche a CNA-Matera che patrocina l’evento, e ad una fitta rete di giornalisti e blogger, provenienti anche da molto lontano, che racconteranno questa esperienza unica. La mise en place sarà curata dalla maison Schönhuber-Franchi, leader del settore, artefice di veri e propri capolavori artigianali i quali sapranno valorizzare al meglio le opere culinarie che i due chef realizzeranno.

A tal proposito, ecco il menu della serata:

 

MENU DELLA SERATA:

» Degustazione di benvenuto delle eccellenze – main partners
» Angelo Sabatelli: insalata tiepida di piselli nani, cime di rapa, gamberi rossi;
» Antonio Fiore: risotto acquerello mantecato al canestrato di moliterno con tartare di ombrina rossa del gargano, bottarga borealis;
» Angelo Sabatelli: agnello arrosto, agrumi, carciofo;
» Antonio Fiore: wafer, caffè, spugne di cioccolato e polvere di rapa rossa;

 

Costo: 80 euro, vini inclusi

start: ore 20.00

 

INFO & PRENOTAZIONI:

C.da Le Matine Masseria Danesi, 75100 Matera MT, Italia

Tel (+39) 0835 1766583
Cell (+39) 391 7541400
Email info@tenutadanesimatera.it

Preziosi Food, azienda con sede a Melfi, vincitrice del premio Packaging Design Award 2020

L’azienda guidata da due conversanesi è stata premiata a livello internazionale per la sua svolta green: è la “Preziosi Food”, con sede nella zona industriale di Melfi, che ha al timone l’ingegner Vito Spada e il dottor Donato D’Alessandro. Da sempre è famosa per le sue patatine con sorpresa per bambini, la “Preziosi Food”, in occasione della Fiera Marca di Bologna, rassegna internazionale dedicata alla private label, è stata premiata per l’ADI Packaging Design Award 2020 per il suo design e packaging innovativo.

Un prestigioso riconoscimento per la sostenibilità ambientale assegnato a “Casereccia”, la prima busta di patatine 100% compostabile che segna l’abbandono della plastica: gli elementi che hanno favorito la vittoria di questo premio sono stati il design semplice e pulito – molto diretto con il racconto del packaging compostabile e del metodo di preparazione sul retro della busta –  e l’innovazione per l’incarto 100% compostabile.

La grafica del pack e del brand è stata curata da Brainpull, agenzia di marketing conversanese che collabora con Preziosi Food da ormai 7 anni. A ritirare il premio Giuseppe D’Alessandro che ha seguito e sviluppato il progetto in ottica industriale. “La compostabilità – spiega il giovane manager conversanese – è un elemento importante per il futuro del nostro pianeta in quanto la busta viene gettata nell’umido, insieme agli scarti alimentari, e dopo massimo 3 mesi (certificato TUV Austria), in centrali di compostaggio, diventa concime per le piante creando così nuova vita”. A spingere l’azienda in questo cambiamento fondamentale per la tutela dell’ambiente – prosegue Giuseppe D’Alessandro – non solo l’attenzione alla problematica mondiale della plastica e alle conseguenze per il  mare, ma anche due dati che ci hanno fatto riflettere: il ritrovamento di una busta all’isola d’Elba con scadenza 1990 (30 anni nell’ambiente) e un’analisi di Legambiente che ha documentato come i sacchetti di patatine siano i più abbandonati nel verde”.

Insomma, l’idea è quella di “Salvare il mondo una patatina alla volta”.

La Pro Loco Barile e l’Unpli Basilicata hanno omaggiato la chef Silvana Felicetta Colucci campionessa italiana “Cuochi d’Italia”

BARILE – La Pro Loco Barile e il Comitato regionale Unpli Basilicata con stima e gratitudine, l’altra sera presso la sede associativa, hanno festeggiato la socia Pro Loco Barile Silvana Felicetta Colucci, vincitrice della X edizione “Campionato delle Regioni – Cuochi D’italia”. Alla Campionessa lucana e italiana Silvana Felicetta Colucci, chef e titolare del Ristorante Pizzeria Lago Grande – Monticchio, il Presidente della Pro Loco Daniele Bracuto assieme al direttivo e il Presidente regionale Unpli Rocco Franciosa hanno consegnato una pergamena “per la sua umiltà, bravura e intraprendenza nel preservare le tradizioni enogastronomiche lucane esaltandone storia e tradizioni”.

Molto emozionata la socia Silvana Felicetta Colucci ha sottolineato “nella Pro Loco mi sento a casa, ringrazio per la stima, l’amicizia e il sostegno che ho ricevuto, sono davvero onorata di far parte di una grande famiglia di volontari che porta avanti iniziative di valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici, e sono felice di poter dare il mio contributo nelle attività”.

Il Presidente della Pro Loco Barile, Daniele Bracuto ha rimarcato “per noi è motivo di orgoglio il successo della chef Colucci che ha saputo rappresentare il meglio della nostra terra in un programma televisivo di tutto rispetto, vincendo una competizione non facile”. Il Presidente regionale Unpli Basilicata Rocco Franciosa, esprimendo vive felicitazioni a nome dell’intero mondo Pro Loco lucano e italiano, ci ha tenuto a sottolineare “la vittoria della chef Colucci rappresenta un grande onore per l’intera Basilicata, e per il territorio del Vulture, con i Laghi di Monticchio in particolare dove con la sua famiglia porta avanti un’attività ristorativa tra mille difficoltà, ma con la consapevolezza che le potenzialità enogastronomiche, la passione, e i sacrifici ripagano sempre”. Il Presidente delle Pro Loco lucane Franciosa, ha fatto dono alla campionessa di Cuochi d’Italia, Silvana Felicetta Colucci di una copia del “Lucanum il gioco con le Pro Loco della Basilicata” realizzato in collaborazione con la pmi iInformatica.

L’evento “Mastro Panettone” arriva nella città di Bari

L’edizione 2019 di Mastro Panettone in Festa è ancora più ricca di iniziative della precedente e si svilupperà su due giornate, e non più su una. La grande festa prenderà il via domenica 10 novembre alle ore 9:30. Nel corso della mattinata (dalle ore 10:30 alle 12:00) lo chef Antonio Scalera delizierà i presenti con un cooking show tutto basato sull’ingrediente principale dell’evento: il panettone. Alle 15:30, invece, ci sarà una piccola parentesi non dedicata al panettone ma ad un prodotto simbolo del territorio, con la signora Nunzia che mostrerà come preparare le orecchiette come da tradizione di “Bari vecchia”.

 

Lunedì 11 si entrerà nel vivo della fase finale del concorso, in mattinata con una conferenza sul mondo dei lievitati con ospite il maestro di pasticceria Luigi Biasetto, che sarà anche presidente della giuria tecnica che decreterà i vincitori dell’edizione 2019 di “Mastro Panettone”, e nel pomeriggio con le degustazioni dei 40 panettoni finalisti (20 per categoria) e la proclamazione dei vincitori.

In entrambe le giornate, oltre a degustare e acquistare i migliori panettoni artigianali d’Italia, si potrà scoprire la linea di produzione del panettone artigianale grazie al “Laboratorio del Panettone”.

Oltre 2000 volontari Pro Loco protagonisti di Matera Capitale delle tradizioni popolari e del folklore

MATERA – Oltre 2000 volontari Pro Loco, nutrite delegazioni di dirigenti e attivisti della Basilicata, Puglia, Campania, Calabria, Lombardia e Umbria, più di cento operatori coinvolti nell’organizzazione, nello scorso week end, sono stati protagonisti di “Expo Pro Loco Matera 2019 – Rassegna dei Cortei Storici delle Pro Loco di Puglia e Basilicata” che hanno trasformato la Città dei Sassi, patrimonio Unesco e Capitale Europea della Cultura, nella Capitale delle tradizioni popolari e del folklore. La manifestazione promossa dai Comitati regionali Pro Loco UNPLI Basilicata e Puglia, con il patrocinio del Comune di Matera, della Fondazione Matera Basilicata 2019, della Regione Basilicata, del Polo Museale della Basilicata, dell’Apt Basilicata Turistica, della Provincia di Matera, della Federazione Italiana Tradizioni Popolari, e con il sostegno del Fondo Etico della BCC – Banca di Credito Cooperativo Basilicata e del Consiglio Regionale della Puglia, ha celebrato la “Giornata Nazionale delle Tradizioni Popolari e del Folklore” indetta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il protagonismo delle Pro Loco e dei volontari, con convegni, stand espositivi dell’artigianato artistico, la mostra fotografica di Beppe Borghi e la rassegna dei cortei storici e gruppi folk per le vie del centro storico di Matera.

“Abbiamo fortemente voluto con enormi sacrifici organizzativi – sottolinea Rocco Franciosa, Presidente Unione Pro Loco Basilicata – ideare e realizzare nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura una manifestazione in grado di esaltare l’importante attività di custodia e valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale che da anni i volontari Pro Loco portano avanti nei territori. Ringraziamo – ci tiene a rimarcare Franciosa – in particolare il Comune di Matera, nelle persone del Sindaco De Ruggieri e dell’Assessore al turismo, Mariangela Liantonio per il costante supporto organizzativo, tutte le istituzioni, i dirigenti e volontari Pro Loco Unpli che a vario titolo ci hanno consentito di realizzare una due giorni intensa e ricca di iniziative, – prosegue Franciosa – che è stata davvero un bel successo per numeri e contenuti di alto valore sociale e culturale”. Il Presidente dell’Unpli Puglia, Rocco Lauciello ha sottolineato “abbiamo subito accolto l’invito dell’Unpli Basilicata a collaborare attivamente all’organizzazione di Expo Pro Loco Matera 2019 realizzando a Matera la Rassegna dei Cortei Storici delle Pro Loco di Puglia giunta alla terza edizione grazie al sostegno del Consiglio Regionale della Puglia, che ha visto migliaia di volontari sfilare per le vie cittadine quale straordinaria opportunità per far conoscere l’importante attività di valorizzazione storica e culturale delle nostre comunità”.

Presenti durante le iniziative i dirigenti Unpli di Basilicata, Campania, Calabria, Umbria e Lombardia: Pierfranco De Marco Consigliere Nazionale Unpli Basilicata, Giuseppe Silvestri, Consigliere Nazionale Unpli Campania, Francesco Cavanna, Presidente Pro Loco Santa Maria Degli Angeli di Assisi, Bernardina Tavella, Responsabile Nazionale Servizio Civile Unpli e Consigliere nazionale Unpli Lombardia, Elena Tommasino, Consigliere nazionale Unpli Campania, Antonello Grosso La Valle, Consigliere nazionale Unpli Calabria, i coordinatori dei cortei storici Gerardo Strippoli e Renato Bruno, componenti Giunta Unpli Puglia, Raffaello De Ruggieri, Sindaco di Matera, Michelangelo Lurgi, Rappresentante Confindustria Rete Destinazione SUD Strategie Condivise, Stanislao De Marsanich, Presidente Nazionale Parchi Letterari Italiani, Antonio Lerra, Professore di Storia Moderna ( UNIBAS ) Presidente Deputazione Lucana di Storia Patria, Patrizia Minardi, Dirigente Ufficio Sistemi Culturali e Turistici Regione Basilicata, Claudio Rospi, Presidente PRO LOCO MATERA, Giovanni Oliva, Segretario Generale Fondazione Matera Basilicata 2019, Mimma Gattulli, Segretaria Generale Consiglio Regionale della Puglia e Michele Lamacchia Consigliere Nazionale Federparchi, Franco Catucci rappresentante Apt Basilicata, il rappresentante BCC BASILICATA, Fabio Amendolara, il Presidente della Rete “Culti Arborei Lucani”, Alfonso Vespe, il Presidente della Rete “Carnevali e Maschere della Lucania”, Rocco Stasi, l’Europarlamentare Chiara Gemma e il Professore di Storia delle Tradizioni Popolari e Direttore DICEM – UNIBAS Fernando Mirizzi. Al “Villaggio delle Pro Loco” allestito per due giorni in Piazza San Francesco tanti turisti hanno potuto apprezzare l’attività delle Pro Loco lucane di Accettura, Pietrapertosa, Acerenza, Matera, Forenza ,Francavilla in Sinni, Miglionico, Montalbano Jonico, Oliveto Lucano, Paterno, Pisticci,  Teana, Terranova del Pollino, Tricarico, Trivigno, Grumento Nova , Tursi, Valsinni, Laurenzana, Rivello, Nova Siri, dei Comitati regionali Basilicata e Puglia, la storica Scuola del Tombolo con la Pro Loco Santa Paolina e dell’  UNPLI Avellino e del Comitato provinciale Unpli Cosenza in rappresentanza della Calabria. Presenti anche i partner Unpli Basilicata: la Fidas Donatori sangue Basilicata per diffondere la cultura del dono e della solidarietà e la società iInformatica ideatrice del “Lucanum il gioco con le Pro Loco della Basilicata” che ha donato una copia del gioco al Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri in visita al Villaggio delle Pro Loco. Nella due giorni della Rassegna dei Cortei Storici delle Pro Loco di Puglia e Basilicata con una rappresentanza della Campania e Calabria, e gruppi folk lucani, campani e calabresi, hanno sfilato oltre 2000 volontari figuranti dei Cortei Storici con le premiazioni finali coordinate dalle giornaliste Emma Ceglie e Antonella Gatto alla presenza dell’assessore al turismo del Comune di Matera Mariangela Liantonio.

Il 26 ottobre hanno sfilato e si sono esibiti: Terra Bernaudi – Bernalda – Basilicata; Alla Corte di Ferrante – Miglionico – Basilicata; Enotria Felix – Pisticci – Basilicata; Passio Christi – Ginosa – Puglia; D’Azzia, Sposi a Palazzo – Laterza – Puglia; La Lunga Notte Dei Templari – Sannicandro di Bari – Puglia; Corrado IV di Svevia – Casamassima – Puglia, Regina Bona Sforza – Palo del Colle – Puglia; Una Giornata nell’Antica Caelia – IV Municipio di Bari – Puglia; La Fario del Duca – Laurino – Campania; Alla Corte di Manfedi – Manfredonia; Corteo Storico Capitani di Porta – Potenza – Basilicata. i gruppi folk: Vultur Folk – San Fele – Basilicata; Gruppo Folk Negliarizze – Terranova di Pollino – Basilicata; I Menestrelli senza Re – Valsinni – Basilicata; Folk Rivellese – Rivello – Basilicata; Gruppo Folklorico Gregoriano – San Gregorio Magno – Campania.

Presenti le “Donne Lucane e Calabresi per la pace” che hanno sfilato con la Coperta della Pace” realizzata all’uncinetto, con lana colorata, a cura delle associazioni e delle signore calabro-lucane. Il 27 ottobre hanno sfilato e si sono esibiti: Acheruntia – Acerenza – Basilicata; gruppo la Leggenda dei Templari – Forenza – Basilicata; Palio Carmelitano – Laurenzana – Basilicata; Aurora San Severino – Grumento Nova Basilicata; Abiti Tradizionali Trivignesi – Trivigno – Basilicata; Enotria Felix – Pisticci – Basilicata; Corteo Storico Murattiano – Alezio – Puglia; Corteo Storico di Francavilla Fontana – Francavilla Fontana – Puglia; Corteo Storico dello Schiavo – Sava – Puglia; Banchetto Nuziale a Tavola con il Marchese – Montemesola – Puglia; Agatone – Sant’Agata di Puglia – Puglia; Corteo Storico Medievale – Scorrano – Puglia; Palio Nojano – Torre a Mare – Puglia; Attacco a Maruggio – Maruggio – Puglia; Corteo Storico e Festa Rinascimentale – Acaya – Puglia; Il Corteo Storico della Magna Grecia – Magna Grecia – Puglia; La ‘Nzegna – Carovigno – Puglia; Abiti Tradizionali Calabresi – Cosenza – Calabria e i gruppi folk: Folk Rivellese – Rivello – Basilicata; La Pacchianella – Pisticci – Basilicata; Gruppo Folk Verbicaro – Cosenza – Calabria; Gruppo Folk Negliarizze – Terranova di Pollino – Basilicata; Gruppo Folklorico  I F’st’nidd – Lavello – Basilicata. La mostra fotografica “Matera con gli occhi di Beppe Borghi” promossa dalla Pro Loco Gerenzano e dal Comitato Unpli Lombardia, allestita nell’Open Space Apt Regione Basilicata in Piazza Vittorio Veneto sarà visitabile fino al 6 novembre prossimo.

La Città dei Sassi Capitale delle tradizioni popolari e del folklore con le Pro Loco

Tutto pronto a Matera per l’Expo Pro Loco Matera 2019 che si svolgerà nel centro storico della Città dei Sassi sabato 26 e domenica 27 ottobre. “La manifestazione ideata e organizzata dai Comitati regionali Pro Loco Unpli Basilicata e Puglia – fanno sapere i Presidenti regionali Unpli Basilicata Rocco Franciosa e Unpli Puglia Rocco Lauciello – celebra la “Giornata Nazionale delle Tradizioni Popolari e del Folklore” nella Capitale Europea della Cultura, con il patrocinio del Comune di Matera, della Fondazione Matera Basilicata 2019, della Regione Basilicata, del Polo Museale della Basilicata MIBACT, dell’Apt Basilicata Turistica, della Provincia di Matera, della Federazione Italiana Tradizioni Popolari, del Consiglio Regionale della Puglia, grazie al sostegno del Fondo Etico della BCC – Banca di Credito Cooperativo Basilicata”.

Ricco il programma delle due giornate che inizia sabato mattina alle ore 9 con l’inaugurazione del “Villaggio delle Pro Loco” in piazza San Francesco dove saranno allestiti circa 20 stand espositivi con materiale informativo e artigianato artistico delle Pro Loco di Accettura, Acerenza, Matera, Francavilla in Sinni, Forenza, Grumento Nova,  Laurenzana, Miglionico, Montalbano Jonico, Nova Siri, Oliveto Lucano, Paterno, Pietrapertosa, Pisticci, Teana, Terranova del Pollino, Tricarico, Teana, Trivigno, Tursi, e Valsinni. Saranno presenti anche gli stand dei Comitati Pro Loco Unpli Basilicata, Unpli Puglia, Unpli Cosenza, Unpli Avellino e dei partners “Lucanum il gioco con le Pro Loco della Basilicata” e Fidas Donatori Sangue Basilicata.

A seguire alle ore 10 presso la sala mostre dell’Open Space Apt Regione Basilicata in Piazza Vittorio Veneto sarà inaugurata la mostra fotografica “Matera con gli occhi di Beppe Borghi” visitabile fino al prossimo 3 novembre. Alle ore 11 nella sala convegni sempre dell’Open Space Apt Regione Basilicata in Piazza Vittorio Veneto sarà celebrata la “Giornata Nazionale delle Tradizioni Popolari e del Folklore”, moderata da Antonella Losignore, giornalista TRM Network, alla presenza delle istituzioni, dei dirigenti Pro Loco di Basilicata, Puglia, Campania, Calabria e Lombardia con una lectio magistralis del Direttore DICEM Università degli Studi della Basilicata e professore di Storia delle Tradizioni, Fernando Mirizzi e l’intervento del Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo, del Presidente della Fondazione Matera 2019 Salvatore Adduce, del Direttore della BCC Basilicata, Giorgio Costantino, del Presidente Mondiale della Federazione Tradizioni Popolari, Benito Ripoli, del Presidente della Rete Culti Arborei Lucani, Alfonso Vespe e del Presidente della Rete Carnevali e Maschere della Lucania, Rocco Stasi, con le conclusioni affidate al Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Nel pomeriggio con partenza da Via Lanera alle ore 15 si svolgerà la Rassegna dei Cortei Storici delle Pro Loco di Basilicata: Terra Bernaudi – Bernalda, Alla Corte di Ferrante – Miglionico, Enotria Felix – Pisticci, Capitani di Porta – Potenza, dalla Campania: La Fario del Duca – Laurino, dalla Puglia: Passio Christi – Ginosa, D’Azzia, Sposi a Palazzo – Laterza, La Lunga Notte dei Templari – Sannicandro di Bari, Corrado IV di Svevia – Casamassima, Regina Bona Sforza – Palo del Colle, Una Giornata nell’antica Caelia – IV Municipio di Bari, Alla Corte di Manfredi – Manfredonia. Il percorso della sfilata dei Gruppi Storici e Gruppi Folk nei pomeriggi di sabato 26 ottobre e domenica 27 ottobre è il seguente: Partenza da Via Lanera – Via Lucana – Via Ridola – Piazza Pascoli – Piazza San Francesco – Via del Corso – Piazza Vittorio Veneto – Via delle Beccherie – Piazza San Francesco.

Al termine della sfilata, alle ore 18 circa, in Piazza San Francesco, si terrà la presentazione dei singoli Cortei Storici e la consegna di un riconoscimento di partecipazione alla presenza delle istituzioni e dirigenti UNPLI, coordinata dalla giornalista Emma Ceglie. In conclusione in Piazza San Francesco ci sarà l’esibizione dei Gruppi Folk lucani: Vultur Folk – San Fele, Musica Popolare di Tricarico, Negliarizze – Terranova di Pollino, I Menestrelli senza Re – Valsinni, Folk Rivellese – Rivello, Gruppo Folklorico “La Rondinella” – Cancellara, e il Gruppo Folklorico Gregoriano – San Gregorio Magno della Campania. A chiudere la rassegna di sabato ci saranno le “Donne Calabresi e Lucane per la Pace” che sfileranno con la “Coperta della Pace” realizzata all’uncinetto, con lana colorata, a cura delle Associazioni e delle signore calabro-lucane.

Si bissa domenica 27 ottobre con apertura degli stand espositivi in Piazza San Francesco alle ore 9 e alle ore 10 si terrà presso la sala Carlo Levi di Palazzo Lanfranchi, il convegno “Patrimonio Culturale, Identità Storiche e Folklore – Programmi di sviluppo socio-culturale e turistico del territorio, oltre Matera 2019”, moderato dal giornalista Francesco Brescia, addetto stampa Unpli Puglia, con la relazione del professore di storia moderna, Antonio Lerra e Presidente della Deputazione Storia Patria della Lucania, con gli interventi di Marta Ragozzino, Direttrice Polo Museale della Basilicata – MIBACT, Giampaolo D’Andrea, Assessore alla Cultura del Comune di Matera, Patrizia Minardi, Dirigente Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata, Stanislao De Marsanich, Presidente Nazionale Parchi Letterari Italiani, Michelangelo Lurgi, rappresentante Confindustria progetto Destinazione Sud – Strategie Condivise e le conclusioni di Carmine Cicala, Presidente del Consiglio regionale della Basilicata e di Giovanni Oliva, Segretario generale Fondazione Matera Basilicata 2019.

Nel pomeriggio alle ore 15 con partenza da Via Lanera “Rassegna dei Cortei Storici delle Pro Loco di Basilicata: Acheruntia – Acerenza, La Leggenda dei Templari – Forenza, Palio Carmelitano – Laurenzana, Aurora San Severino – Grumento Nova, Abtiti Tardizionali Trivignesi – Trivigno, Enotria Felix – Pisticci, di Puglia: Rione Castello – Carovigno, Corteo Storico Murattiano- Alezio, Corteo Storico di Francavilla Fontana, Corteo Storico dello Schiavo – Sava, Agatone – Sant’Agata di Puglia, Banchetto Nuziale a tavola con il Marchese – Montemesola, Corteo Storico della Magna Grecia – Lizzano, Corteo Storico 8 Maggio 1774 – Volturino, Corteo Storico Medievale – Scorrano, Palio Marinaro – Torre a Mare, Attacco a Maruggio – Maruggio, Corteo Storico e Festa Rinascimentale – Acaya, della Calabria una rappresentanza di Abitri Tradizionali Calabresi, con lo stesso percorso del giorno precedente. Alle ore 18 sempre in Piazza San Francesco presentazione coordinata dalla giornalista Antonella Gatto,  dei singoli Cortei Storici e consegna di un riconoscimento di partecipazione alla presenza delle istituzioni e dirigenti UNPLI ed esibizione dei Gruppi Folk: Folk Rivellese – Rivello, La Pacchianella – Pisticci, Gruppo Folk Negliarizze – Terranova di Pollino,  Musica tradizionale di Tricarico, I F’ST’NIDD – Lavello, l’Associazione Culturale ‘U IASCUNGIEDD(e) – Marsico Nuovo  e il gruppo Folk Verbicaro – Cosenza in rappresentanza della Calabria.

Dall’Italia fino a Tokyo, decretati i 40 panettoni finalisti di “Mastro Panettone”

La terza edizione di “Mastro Panettone, il concorso organizzato da Goloasi.it che premia i panettoni artigianale più buoni dell’anno, si avvia verso la fase finale. Conclusa la prima parte di degustazioni a cura della commissione tecnica, sono stati definiti e ufficializzati i 40 panettoni finalisti: 20 per la categoria “Miglior panettone artigianale tradizionale” e altrettanti per quella “Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato”.

Compito non facile per i giudici che, visto l’alto livello qualitativo dei panettoni in concorso, hanno chiesto la possibilità di aumentare da 15 (come previsto da regolamento) a 20 per categoria i finalisti. 240 i lievitati esaminati (120 per categoria) iscritti da 151 fra pasticcieri e panificatori, provenienti da tutta Italia e non solo, vista la partecipazione di un pasticciere da Tokyo, che sono stati valutati sulla base di alcune caratteristiche fondamentali: rispetto del disciplinare, creatività (per quello al cioccolato), peso, qualità degli ingredienti, gusto, forma, sofficità, profumo, alveolatura, taglio e cottura.

Si attende ora la degustazione finale che avrà luogo nel corso della due giorni di apertura gratuita al pubblico di “Mastro Panettone in festa”, appuntamento ricco di iniziative culturali e da gustare dedicate al dolce natalizio per eccellenza 10 e 11 novembre presso l’Hotel Excelsior di Bari, dove sarà anche possibile degustare i panettoni dei mastri pasticcieri in finale e acquistarli ad un prezzo speciale.

A decretare i vincitori dell’edizione 2019 del concorso sarà una giuria di grandi professionisti guidata dal famoso maestro di pasticceria Luigi Biasetto, presidente di giuria, che sarà affiancato da Carmen Vecchione, fondatrice della pasticceria Dolciarte di Avellino, Marco Picetti, responsabile di ricerca e sviluppo presso Molino Merano, Antonio Daloiso, mastro pasticciere e vincitore della prima edizione italiana dello show televisivo “Il più grande pasticcere”, Giuseppe Palmisano, pasticcere pluripremiato e pastry chef presso l’Hotel Sierra Silvana, e Eustachio Sapone, mastro pasticciere e proprietario della Pasticceria Dolceria Sapone.

Importante occasione di promozione per gli addetti ai lavori, “Mastro Panettone”, grazie alla sua trasparenza, si pone come obiettivo primario quello di far crescere la categoria, migliorando sempre di più la produzione artigianale. Si tratta infatti dell’unico concorso sul panettone in Italia che non mette vincoli sulle materie prime da impiegare, se non quello dell’utilizzo di lievito madre e di canditi senza anidride solforosa, e soprattutto il solo che richiede il rispetto del disciplinare di legge che indica forma, processo produttivo ed elenco ingredienti con le percentuali minime di utilizzo di alcuni di essi.