Un po’ zar un po’ anarchico: il manifesto di uno tra gli chef più quotati del momento

Oggi abbiamo preso posto allo “chef’s table” di un ragazzo che sta facendo tanto parlare di sé. Siamo andati a disturbare uno chef che, pur non essendo Italiano, ci ha re-insegnato ad amare questo nostro Paese. Punto d’incontro tra la sua lontana terra di provenienza e la nostra (in effetti noi cronisti di Typigo giungiamo […]