Il colore del benessere: rosso radicchio

Il radicchio, dal color rosso intenso uno dei 5 colori del benessere blu – viola, è tipico della stagionalità invernale e lo ritroviamo da ottobre ad aprile. Ha il caratteristico sapore amarognolo e ci sono anche varietà più dolci e tutte sono croccanti.

Ma sapete che c’è l’imbarazzo della scelta? Sì, perché esistono numerose varietà di radicchio e la loro forma ed il sapore cambiano in base alla tipologia e quindi alla regione di provenienza come si riscontra dalla definizione di ciascuna tipologia.

Tra le varietà più comuni ed economiche ricordiamo il radicchio rosso di Treviso precoce a forma allungata con una nervatura centrale di color bianco ed il radicchio rosso di Chioggia a forma sferica e ancora il radicchio rosso di Verona e variegato di Castelfranco.

Presenta elevate proprietà nutrizionali. Ha un’azione preventiva nei confronti di malattie cardiovascolari grazie alla presenza di antocianine, pigmenti che donano il color rosso alle foglie, e perciò con un’azione protettiva nei confronti del cuore. Ha proprietà antiossidante, con un valore di 3500 unità ORAC/100gr, e grazie a questa sua caratteristica il radicchio rosso ha la proprietà di rallentare l’invecchiamento cellulare e prevenire l’insorgenza di alcuni tipi di tumori. Ha anche proprietà digestive per la presenza di principi amari.

Si nota bene quanto il radicchio rosso sia un ortaggio con proprietà benefiche per la salute del nostro organismo ed infatti non finisce qui perché ha anche proprietà depurative grazie all’elevato contenuto di acqua ed è quindi indicato per chi soffre di stitichezza.

Ricco in sali minerali specialmente potassio e calcio, quest’ultimo rinforza le ossa rendendole più forti, ma anche fosforo e sodio. Contiene, inoltre, vitamine del gruppo B, C e tracce di vitamina A.

Grazie al prezioso contenuto in acqua, sali minerali, vitamine e per completare di fibre il radicchio rosso garantisce anche un senso di sazietà, regolarizza il transito intestinale ed addirittura riduce l’assorbimento degli zuccheri motivo per il quale è persino indicato in soggetti diabetici. È uno fra i tanti ortaggi invernali con un basso apporto energetico tanto da essere un alimento molto indicato per coloro che seguono regimi alimentari controllati per contrastare sovrappeso ed obesità.

È un ottimo alleato di intestino, sistema cardiovascolare e della pelle per chi ha problemi cutanei. È suggerito anche per coloro che soffrono di artrite come si riscontra da studi scientifici americani condotti su un gruppo di 40 persone che, dopo introduzione di radicchio rosso in capsule a dose crescente, mostrava beneficio, meno dolore e rigidità. Ed infine, migliora anche la vista.

In conclusione, si evince come il radicchio abbia notevoli proprietà nutrizionali ed apporti numerosi benefici in ogni condizione specifica e quindi sia un ortaggio prezioso per la nostra salute. Non resta che divertirsi in cucina sperimentando piatti nuovi e farsi del bene.

Tra le varie modalità di preparazione infatti il consumo sia crudo, nelle insalate miste condito con filo d’olio, aceto oppure limone ed in questo caso apporta così tutti i nutrienti, che cotto, per insaporire primi piatti come per esempio il tradizionale risotto al radicchio, oppure come secondo piatto per esempio una frittata al radicchio oppure crepes farcite con radicchio per concludere con la cottura alla griglia. Anche se la cottura tende a ridurre il suo contenuto in antocianine. Fate spazio al radicchio rosso e buona cucina a tutti.

Giovanna Nolè – Biologa Nutrizionista

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *