Splash chiude a Bari con gli chef stellati. Andrea Salamida vince la competizione di coffee-mixology 2019

Da Angelo Sabatelli a Vitantonio Lombardo, sfilata di star della cucina nella Fiera del Levante di Bari per l’ultima giornata del festival dedicato a beverage e hospitality. Il bartender barese del Blast trionfa nella competizione di cocktail. Grande successo per l’evento all’interno di Levante Prof

 

È Andrea Salamida il vincitore della Stir It Up, la competizione di coffee-mixology del 4° “Splash – Beverage & Hospitality Festival” chiuso ieri nella Fiera del Levante di Bari, all’interno di Levante Prof. Il bartender barese del Blast – già campione 2018 – si è ripetuto battendo in finale il concittadino Giuseppe Milillo (che lavora al Katiuscia people & drinks di Giovinazzo) con un cocktail chiamato “Nascita e rinascita”. Una grande impresa per Salamida, che ha superato quattro round basati sull’improvvisazione. Nell’ultimo, la finale, ha infatti dovuto realizzare un cocktail con ingredienti a sorpresa. Ma non solo: all’interno della mystery box che gli è stata assegnata c’era anche un piatto gourmet realizzato dallo chef de “Le Giare” di Bari Antonio Bufi.

 

Grande evento di giornata, l’ultimo appuntamento delle “Conversazioni liquide”, per l’occasione arricchite dalla premiazione alle “Eccellenze Ristorative del Territorio”. Il territorio, inutile dirlo, è quello della Puglia e della Basilicata, regioni sorelle, simili negli aspetti antropologici ed enogastronomici, ora più che mai sotto la lente d’ingrandimento dei media a causa della proclamazione di Matera come Capitale Europea della Cultura. Sul palco dello Splash Village, moderati dai conduttori Mario ”Bolivar” Pennelli ed Enzo Scivetti, si sono alternati alcuni degli chef e dei sommelier più noti delle due regioni. Ciascuno degli ospiti è stato a sua volta introdotto da un grande nome del giornalismo, della comunicazione o del mondo del food, dal quale è stato conseguentemente intervistato.

Il nome dei premiati: Antonio Bufi, chef e titolare di “Le Giare” – Bari, premiato dal Dott Lampugnani medico e nutrizionista; Antonio Scalera, chef e titolare di “La Bul Ristorante”- Bari, premiato dall’eclettico chef giramondo Gigi Rana; Antonio Zaccardi, chef di “Pashà” – Conversano, premiato dall’imprenditore e gestore di locali Nico Andrisani; Gianvito Matarrese, chef e titolare di “Evo Ristorante” – Alberobello, premiato dal Prof Vincenzo Rizzi; Riccardo Sgarra, sommelier di “Grotta Palazzese”- Polignano, premiato dalla Presidente del Movimento Turismo del Vino Basilicata Elena Fucci; Angelo Sabatelli, chef e titolare di “Angelo Sabatelli Ristorante”- Putignano, premiato dal gastronomo Sandro Romano; Vitantonio Lombardo, chef e titolare di “Vitantonio Lombardo Ristorante”, Matera premiato dalla Blogger Federica Stella Blasi; Mario Falco, chef e Presidente Associazione Cuochi Foggia, premiato dalla critica enogastronomica Francesca De Leonardis.

Ad aprire le danze, l’intervento l’assessore alle Culture del Comune di Bari, Silvio Maselli, il quale ha sottolineato “quanto sia importante organizzare in città eventi come lo Splash Festival” e ha auspicato, rivolto ai ristoratori, “che finalmente una città come Bari ottenga la stella Michelin”. Il premio alle “Eccellenze Ristorative del territorio” comprendeva una confezione di “Gin Puro” offerta dal main sponsor Bonaventura Maschio e personalizzata da Living Web Studio. Splash Festival si è svolto per il secondo anno consecutivo a Bari, dopo le edizioni di Molfetta e Monopoli. E dopo quattro giorni di fiera, il bilancio è stato un successo di visitatori e relazioni per gli standisti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *